RASSEGNA STAMPA TEATRO – RECENSIONI 4-10 MARZO 2013

rassegna-stampa2

Buongiorno e buon weekend!

E’ pronta una ricca e variegata rassegna stampa teatrale, con tanti spunti per scegliere cosa vedere a teatro nei prossimi giorni…

 

 

Teatro Minimo è alle prese con L’arte della commedia di Eduardo; questo il giudizio de La Repubblica:  ”dettagli umani molto curati. Spettacolo fatto di amore per il lavoro. [...] Interpreti giusti, polemici, filosofali, ridicoli”.

Dopo le recensioni soddisfatte di Repubblica e Corriere, neanche La Gazzetta del Mezzogiorno risparmia complimenti per lo spettacolo Ferdinando, testo di Annibale Ruccello che “la regia di Cirillo esalta mediante vestizioni e svestizioni, messe a nudo del corpo, ma più dell’anima e di una sensualità rimossa, ma lancinante”. “Assolutamente rilevante l’interpretazione di Sabrina Scuccimarra, intensa e mobilissima Clotilde”.

Il Corriere della Sera riconosce tutta la bravura di Massimiliano Civica nello spettacolo Radici: “un dialogo ai limiti dei un’afasia che dissolve ogni sospetto di naturalismo. [...] Uno spettacolo fatto di nulla, di pura bravura”.

Soddisfatto, ma forse non particolarmente colpito da Exit, Domenico Rigotti conferma che Fausto Paravidino merita tutti i complimenti che gli sono stati fatti negli ultimi anni e lascia intendere che anche con questo testo il drammaturgo ha fatto un buon lavoro, ma non si sbilancia oltre. Exit è “divertente, ma anche graffiante. [...] Una commedia non mancante di sfumature malinconiche” e i protagonisti “entrano bene nei ruoli”.

La Repubblica rimprovera Filippo Timi di aver messo “troppa carne al fuoco” nel suo Don Giovanni. Lo spettacolo è ipertrofico, affascinante e pieno di difetti”. “Timi firma uno spettacolo sontuoso. [...] Purtoppo i colpi di genio cedono il passo agli ammiccamenti, la sovrabbondanza azzoppa il ritmo, la passione confonde gli obiettivi”.

E’ dello stesso parere Avvenire, su cui si legge che lo spettacolo “fuggendo da una responsabilità morale si traduce in una sorta di gran burlesque”. In questo Don Giovanni “la trasgressione prende il sopravvento e tutto, pur di far spettacolo [...] sembra permesso”.

Interessante per l’Unità è la ricerca che Valter Malosti conduce da tempo sull’Amleto. Purtroppo questa versione, la sua quarta, è “ricca di belle intenzioni, ma non tutte realizzate fino in fondo”.

Sempre L’Unità recensisce La torre d’avorio, uno spettacolo “da vedere e meditare”, anche se con qualche pecca, ad esempio nell’interpretazione: “quello che Zingaretti non fa da attore, una nitida scansione di sfumature, lo ottiene però da regista facendo risaltare la raffinata tessitura di Harwood”.

Per il Corriere, la versione teatrale di Educazione siberiana non è all’altezza del romanzo. Il rischio, verificatosi, “è quello di raccontare per sommi capi e non svelare; è quello di una narrazione a volo d’uccello, che racconti di tutto un po’ per non raccontare alla fine veramente nulla”.

Anche La Stampa racconta in modo simile Educazione siberiana: “tutto questo pullulare di violenza sacra e ineluttabile arriva allo spettatore con una scrittura inerte adagiata su un schematismo lontano da una vera progressione drammatica”.

La messinscena metateatrale de La grande magia diretta da Luca De Filippo consente di ammirare la vera sostanza del testo e di svelarne “la forza vitale”, scrive il Corriere della Sera. Bravi gli attori, tra cui i più “veri e misurati” sono lo stesso De Filippo e Massimo de Matteo.

Erano discordanti i giudizi su Riccardo III la settimana scorsa, e lo sono anche stavolta: registriamo innanzitutto l’insoddisfazione de La Stampa, che non condivide le scelte interpretative di Gassmann. L’attore e regista, in scena con un costume che lo rende più slanciato e massiccio, è “allampanato, piuttosto che colossale, [...] non sfodera fascino, magnetismo dell’orrore [...] E’ solo alto e simpatico”.

Al contrario, Tommaso Chimenti del Fatto Quotidiano è divertito dallo spettacolo, che ritiene “godibile”, con un adattamento letterario “giocato sul popolare fresco” e con “costumi atemporali azzeccati”.

 

GLI ARTICOLI DELLA RASSEGNA STAMPA TEATRALE DI QUESTA SETTIMANA:

Rodolfo di Giammarco, Quando la politica snobba la cultura, l’atto d’accusa recitato sul palco, La Repubblica, 10.03.2013
Pasquale Bellini, Ferdinando, l’ambiguo oggetto del desiderio, La Gazzetta del Mezzogiorno, 10.03.2013
Franco Cordelli, La sostanza del nulla, Corriere della Sera – Roma, 10.03.2013
Domenico Rigotti, Uno sguardo non banale sulla coppia, Avvenire, 08.03.2013
Sara Chiappori, Timi mette troppa carne al fuoco, La Repubblica – Milano, 08.03.2013
Maria Grazia Gregori, Amleto nell’Ottocento, culla della borghesia, L’Unità, 08.03.2013
Rossella Battisti, La scelta di Wilhelm, L’Unità, 08.03.2013
Magda Poli, Criminali onesti nella comunità Urka, Corriere della Sera, 07.03.2013
Paolo Petroni, La forza vitale di Eduardo, Corriere della Sera – Roma, 07.03.2013
Domenico Rigotti, Il Don Giovanni di Timi, sfrontata parodia, Avvenire, 07.03.2013
Osvaldo Guerrieri, Violenza sacra da tinello familiare, La Stampa, 04.03.2013
Masolino D’Amico, Un gigante, ma solo nel fisico, La Stampa, 04.03.2013
Tommaso Chimenti, Gassmann, il teatro si veste di ironia, Il Fatto quotidiano, 04.03.2013

 

GLI SPETTACOLI RECENSITI:

L’arte della commedia
regia di Michele Sinisi
al Teatro Piccolo Eliseo di Roma fino al 17 marzo 2013

Ferdinando
regia di Arturo Cirillo
al Teatro Kismet di Bari fino al 10 marzo 2013

Radici
regia di Massimiliano Civica
al Teatro Palladium di Roma fino all’1 marzo 2013

Exit
regia di Fausto Paravidino
al Teatro Elfo Puccini di Milano fino al 10 marzo 2013

Il Don Giovanni
regia di Filippo Timi
al Teatro Franco Parenti di Milano fino al 24 marzo 2013

Amleto
regia di Valter Malosti
al Teatro Gobetti di Torino fino al 24 marzo 2013

La torre d’avorio
regia di Luca Zingaretti
al Teatro Eliseo di Roma fino al 24 marzo 2013

Educazione siberiana
regia di Giuseppe Miale di Mauro
alla Sala Cavallerizza di Torino fino al 21 marzo 2013

La grande magia
regia di Luca De Filippo
al Teatro Quirino di Roma fino al 10 marzo 2013

Riccardo III
regia di Alessandro Gassmann
al Teatro Verdi di Padova fino al 24 febbraio 2013

 

il-tamburo-di-kattrinContinua a leggere…
Rassegna stampa recensioni online 4-10 marzo 2013
A cura di Il Tamburo di Kattrin

 

Informazioni su Sara Trecate

Milanese, appassionata di teatro sin dall’adolescenza. Ha collaborato per alcuni anni con la webzine Teatrimilano.it, di cui è stata anche responsabile di redazione. Laureata in Scienze dello spettacolo, ha lavorato come organizzatore teatrale a Milano e a Brescia. Attualmente si sta specializzando in web marketing per lo spettacolo, con l’obiettivo di lavorare nell’ambito dei nuovi media per valorizzare e diffondere la cultura teatrale. Profilo su Google +

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>